L’occhio del padrone è il miglior fertilizzante.

Gaio Plinio Secondo

< Barraco

Grillo

Il Grillo di Nino Barraco è una reinterpretazione del vino prodotto a Marsala prima degli inglesi, come tradizionalmente è ancora bevuto a tavola dai contadini. L’uva viene selezionata in una vigna impiantata 32 anni fa su una duna di sabbia ad un chilometro dal mare. Si vendemmia alla fine di agosto quando l’uva già matura raggiunge solo per pochi giorni un delicatissimo equilibrio fra acidità ed alcolicità.

In cantina viene praticata una piccola macerazione sulle bucce prima della pressatura con un torchio manuale che permette di estrarre soltanto il mosto fiore. Inizia spontaneamente una fermentazione alcolica con lieviti indigeni presenti sulle bucce a temperatura non controllata. Il vino matura fino a maggio sempre in acciaio e viene imbottigliato senza subire processi di chiarificazione, di microfiltrazione, nè stabilizzazione tartarica.

Il risultato è un vino estremo, con prevalenti odori terziari (cedro candito, mandorla amara, estremamente sapido e minerale) senza possibilità di mediazione in bocca, l’aspetto varietale si rivela con una pseudo sensazione di grassezza.


Riconoscimenti

Grillo 2009



Risorse

Scheda tecnica

Etichetta

www.vinibarraco.it


Dallo stesso produttore

> Catarratto

> Zibibbo

> Nero d’Avola

> Pignatello

> Milocca

Denominazione

Bianco IGT Sicilia

Area di produzione

Vigna Riina Vecchia, Marsala

Vitigni

Grillo 100%

Tipo di coltivazione

Spalliera, 2.800 viti per ettaro

Età dei vigneti

30 anni

Altitudine

10 m slm

Tipo di terreno

Terre rosse con presenza di sabbia in superficie.

Vinificazione

Uve raccolte a mano, diraspate, 3 giorni di fermentazione sulle bucce, pressate con un torchio verticale e fatte fermentare con lieviti indigeni non selezionati, con temperature tra i 25 °C e i 30°. Malolattica non svolta.

Invecchiamento

9 mesi in acciaio

Affinamento

5 mesi in bottiglia

Bottiglie prodotte

3.000 da 0,75 l (annata 2008)

Caratteristiche organolettiche

Colore: giallo dorato intenso.

Odore: albicocca surmatura, note di agrumi, gessoso, colature d’acciughe ed estremamente minerale.

Sapore: sapido con note iodate.

Grado alcolico

14,5%