Quale visione è più bella di quella dei filari piantati in quinconce?

Marco Fabio Quintiliano, 35-95 d.C.

< Le news

Slow Wine premia sei dei “nostri” produttori

Il giorno lungamente atteso è finalmente arrivato e Slow Food ha presentato Slowine 2011, il primo numero della loro nuova guida dopo la separazione dal Gambero Rosso. Fin da questa prima edizione non possiamo che notare come l’attenzione si stia spostando dal famigerato stile internazionale verso i valori dell’identità di territorio e dell’agricoltura sostenibile.

Auguriamo al team di Slowine che la loro guida possa diventare il nuovo punto di riferimento per il mondo del vino di terroir italiano.

Un’altra decisione sovversiva che apprezziamo è la totale assenza di un sistema a punteggi per giudicare i vini. Al suo posto, solo tre diversi tipi di menzioni speciali sono stati introdotti, sia per le aziende che per i vini:

Vino Slow: bottiglie che, oltre a una qualità organolettica elevata, riuscissero a condensare nel bicchiere valori di tipo territoriale, storico e identitario.

Chiocciola: simbolo di Slow Food, assegnato a una cantina che piace in modo speciale agli autori per come interpreta valori (organolettici, territoriali, ambientali e identitari) in sintonia con Slow Food.

Grande Vino: bottiglie dalle elevate qualità organolettiche.

Bottiglia: riconoscimento assegnato alle aziende che hanno espresso un’ottima qualità media su tutte le bottiglie prodotte.

Vino Quotidiano: prodotti che costano fino a di 10 € in enoteca, dall’eccellente rapporto tra la qualità e il prezzo.

Moneta: a quelle cantine che hanno presentato una gamma di etichette dall’ottimo rapporto tra la qualità e il prezzo.


Ed ecco i produttori del portfolio Quincunx che hanno ottenuto riconoscimenti nella guida Slowine 2011:


> I Vigneri di Salvo Foti

Chiocciola di Slow Food

> Ferrandes

Chiocciola di Slow Food

> Tenuta di Castellaro

Nero Ossidiana 2008 – Grande Vino

> Il Cantante

Bianco Il Cantante 2007 – Grande Vino

> Barraco

Catarratto 2008 – Vino Quotidiano
Nero d’Avola 2008 – Vino Slow


Le nostre congratulazioni vanno in special modo all’ultimo ingresso tra i nostri partner, Nino Barraco, che vede finalmente arrivare i giusti riconoscimenti per il suo lavoro, ed ovviamente al nostro amico, il vate del vino etneo Salvo Foti per tre riconoscimenti di “Grande Vino” (Nero Ossidiana, Etna Bianco Il Cantante e Cerasuolo Gulfi) e ben due chiocciole Slow Food, sia per I Vigneri che per Ferrandes.

Siamo orgogliosi ed onorati di poter lavorare con uomini indipendenti che dimostrano ancora una volta quanto sia importante il loro lavoro nelle vigne e speriamo di poterci mostrare a nostra volta all’altezza di un simile portfolio.


Massimo e Thomas


Per saperne di più

L’annuncio su www.slowine.it